Blog

Notizie dal mondo dei probiotici

Pancia gonfia: un aiuto dai probiotici

Posted in Gonfiore Intestinale Tagged , , , , ,
Scopri quali sono i probiotici più efficaci
Condividi l'articolo

I PROBIOTICI AGISCONO SUI PROCESSI CHE CAUSANO GONFIORE INTESTINALE: SCOPRI QUELLI PIU’ EFFICACI


Pancia gonfia scopri quali sono i probiotici più efficaci.

Chi ne soffre sporadicamente sa che il gonfiore addominale è un disturbo che può presentarsi in concomitanza con una causa precisa. Talvolta il detonatore può essere un pasto mal digerito, una situazione stressante, cambio stagionale o stitichezza.

Ma per moltissimi italiani il problema del gonfiore addominale è una costante, un sintomo che si presenta apparentemente senza cause specifiche. La difficoltà nell’individuazione di una causa scatenante rende questo disturbo difficile da debellare.

Essendo il gonfiore addominale un disturbo e non una vera e propria patologia, l’autocura attraverso l’assunzione di integratori alimentari è una tendenza diffusa. Fermenti lattici probiotici, integratori a base di carbone vegetale, estratti di finocchio. Ad oggi gli otc mirati alla risoluzione del gonfiore addominale, con i probiotici in testa, rappresentano un trend d’acquisto in continua crescita.


La pancia gonfia è un disturbo che affligge il 60% degli italiani!

Fino a pochi anni fa, il problema del gonfiore addominale veniva approcciato in termini di autocura. Si utilizzavano quasi esclusivamente integratori alimentari a base di finocchio e carbone vegetale, per la loro attività volta alla fisiologica eliminazione di gas, e distensione delle tensioni addominali.

Negli ultimi anni i probiotici si sono imposti sul mercato degli integratori alimentari grazie a numerosi studi clinici che hanno dimostrato che la presenza di gas nell’intestino e nell’addome può dipendere da alterazione della flora batterica intestinale, responsabile della fermentazione dei residui della digestione.

Rispetto agli integratori a base di finocchio e carbone vegetale, che alleviano i sintomi del gonfiore senza però approcciarne le cause, i probiotici mirano al ripristino della flora intestinale e ricreano un ecosistema batterico capace di regolare naturalmente la proliferazione di batteri potenzialmente patogeni, causa dell’eccedenza di gas intestinale.


Il ruolo della flora intestinale nella formazione di gas.

Flatulenza, gonfiore addominale, pancia gonfia, sono alcuni dei sintomi che possono presentarsi in concomitanza con condizioni di disbiosi intestinale.

Quando il microbiota , o flora batterica intestinale, si trova in stato di squilibrio , si generano disfunzioni a livello intestinale che possono manifestarsi nei sintomi correlati ad eccessiva produzione di gas.

I microrganismi che costituiscono la flora batterica intestinale agiscono sui processi metabolici e digestivi che hanno luogo nell’intestino. Quando l’equilibrio tra le specie formanti il microbiota viene alterato, vengono alterate anche le funzioni intestinali.  Ne conseguono fenomeni come stitichezza e cattiva digestione, condizioni che favoriscono la fermentazione batterica dei metaboliti nel colon, causando eccessiva produzione di gas intestinale.

Per “sgonfiare” la pancia può essere dunque corretto agire sulle cause ricorrendo ai probiotici, microorganismi vivi che, somministrati in quantità adeguata hanno un’azione equilibrante sulla flora intestinale e limitano i processi di fermentazione batterica, causa di meteorismo e gonfiore addominale.


Azione dei probiotici.

I microrganismi probiotici sono coadiuvanti della flora batterica intestinale e svolgono svariate funzioni:
– aiutano il microbiota a limitare la sovracrescita di microrganismi potenzialmente patogeni
– favoriscono il ripristino della flora intestinale autoctona, fondamentale per lo svolgimento delle normali funzioni intestinali
– limitano i processi di fermentazione batterica, causa di meteorismo e gonfiore addominale
– migliorano la motilità intestinale

In particolare, i probiotici contribuiscono nel regolarizzare i tempi e la qualità della digestione. Una digestione troppo lenta può infatti implicare la stagnazione, e quindi la fermentazione prolungata, dei cibi nello stomaco.

Agiscono inoltre sui processi metabolici che hanno luogo nell’intestino, e in particolare sono efficaci contro la stitichezza , una delle principali cause di fermentazione batterica nel colon.


Come scegliere il probiotico adatto.

Le caratteristiche che determinano l’efficacia di un integratore probiotico sono fondamentalmente due:
– tassonomia batterica (identità di specie e ceppo dei microrganismi)
carica batterica (quantità di microrganismi per dose).

Studi clinici effettuati su microbiota umano hanno riportato risultati positivi circa la capacità delle specie batteriche Bifidobacterium lactis e Lactobacillus acidophilus di ridurre il sintomo del gonfiore in pazienti con sindrome dell’intestino irritabile.


Probiotici sì, ma solo se attivi a livello intestinale, cioè vivi.

Il ministero della salute, nelle linee guida sui probiotici, precisa che un integratore alimentare probiotico può definirsi tale solo qualora esso apporti una quantità di microrganismi vivi non inferiore alle dieci miliardi di unità formanti colonie, per ciascuna delle specie batteriche presenti nella miscela.

Attenzione quindi all’indicazione sulla carica batterica in confezione: gli integratori più utilizzati e commercializzati difficilmente garantiscono un numero sufficientemente alto di unità batteriche. Su moltissimi prodotti inoltre, la carica batterica dichiarata in confezione si riferisce alla somma di due o più dosi, e non alla singola.

Il ministero della salute sottolinea, inoltre, che possono definirsi probiotici, ovvero capaci di ripristinare la flora batterica intestinale, solo microrganismi attivi a livello intestinale, cioè vivi.

 


Condividi l'articolo

12 thoughts on “Pancia gonfia: un aiuto dai probiotici

  1. Interesante articolo,, mi potrete indicare un probiotico per la disbiosi fermentativa, istamina, intestino iritabile, grazie

    1. Buongiorno Nastasi,
      grazie per il suo apprezzamento e per la sua domanda.
      Enteroben 100 MILIARDI presenta una concentrazione batterica molto valida nella gestione di fastidi intestinali come disbiosi fermentativa e intestino irritabile, la cui comparsa è spesso correlata a squilibrio della flora intestinale.
      Se desidera approfondire l’argomento, per cercare di individuare un protocollo di assunzione su misura per lei, mi può scrivere in provato, sarò felice di aiutarla.
      enteroben@bioartis.info

      Cordiali saluti,
      Claudia

  2. Buongiorno,
    Soffro di perenne gonfiore addominale nonostante faccia una sana alimentazione e sport, quale vostro probiotico potrei prendere ?

    1. Buongiorno Isabella,
      dal momento che il fastidio da lei accusato è costantemente presente, il prodotto più indicato è Enteroben 500 miliardi. Una volta terminato un ciclo di una settimana le consiglio di attendere almeno 3,4 giorni prima di continuare, eventualmente, il secondo ciclo con le restanti bustine (14 in tutto); il suo intestino, una volta terminata la prima settimana di somministrazione, tenderà autonomamente verso la ricostituzione delle condizioni idonee al ripristino della fisiologica flora intestinale. In caso il gonfiore dovesse ripresentarsi le consiglio di assumere fin dai primi segnali un probiotico di supporto come Enteroben 100 miliardi. La frequenza di tali somministrazioni di supporto è individuale e da valutarsi sulla base dei segnali percepiti.

    1. Buongiorno Annamaria

      i probiotici sono assolutamente indicati in caso di gonfiore addominale e meteorismo, in quanto capaci di riequilibrare e normalizzare la flora intestinale;

      quando la flora batterica intestinale si trova in stato di squilibrio si generano infatti le disfunzioni digestive e metaboliche che possono manifestarsi con eccessiva produzione di gas.

      Perchè i benefici apportabili dai probiotici risultino effettivi e percepibili è importante assumere quantitativi probiotici adeguati;

      Le suggerisco di provare enteroben 500 miliardi in caso di fastidio acuto e/o persistente.

      enteroben 200 miliardi è la formulazione indicata in caso di fastidio moderato e/o occasionale.

      Per una ottimale efficacia è consigliata l’assunzione a stomaco vuoto prima del riposo notturno.

  3. Sono stato sottoposto a sedute di radioterapia alla prostata, da quel giorno il mio stomaco mi da serie preoccupazioni.
    Passo da fasi di stipsi e fasi di diarrea, gonfiore dello stomaco e flautolrnza.
    Cosa mi consigliate ?

    1. Buongiorno Gioacchino,

      la radioterapia è un trattamento che può causare forte depauperamento della flora batterica, con conseguente alterazione della funzionalità intestinale.

      E’ quindi suggeribile nel suo caso l’integrazione con enteroben 500 miliardi al fine di ripristinare l’equilibrio della flora batterica intestinale.

      Se sta assumendo farmaci, il probiotico va assunto a distanza di almeno due ore dal farmaco.

      Consigliamo inoltre di assumere i probiotici a stomaco vuoto e prima del riposo notturno per consentire un’azione probiotica intensa, mirata a contrastare i fastidi intestinali nel più breve tempo possibile.

      Chieda anche il parere del suo medico e la invitiamo a scriverci se inizierà il ciclo con enteroben 500 miliardi, così da guidarla ad un’assunzione il più possibile personalizzata per dosaggio e durata di assunzione.

    1. Buongiorno Andrea,

      il meteorismo è una problematica che può dipendere da diverse cause, e talvolta da un INSIEME di cause.

      Enteroben è un probiotico concentrato e per questo può essere molto utile se la causa, o una concausa del meteorismo, è lo squilibrio della flora batterica intestinale.

      Le suggeriamo di fare un test per verificare se, assumendo i fermenti lattici, il fastidio diminuisce.
      Se invece non dovesse avere benefici con enteroben nella prima settimana, questo può essere un indizio che il problema non è di origine intestinale, e potrà così escludere questo approccio.

      Affinché un test con i probiotici abbia validità le suggeriamo di provare prodotti che ne contengano quantità rappresentative come 200 miliardi, se il fastidio è occasionale, oppure 500 miliardi se invece il fastidio è frequente e/o acuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.