Enteroben logo

Quante ore di distanza tra antibiotico e probiotico?

Quante ore di distanza tra antibiotico e probiotico?

Gli antibiotici sono capaci di neutralizzare i batteri patogeni ma, allo stesso tempo, neutralizzano anche i batteri del nostro corpo che sono necessari per il buono stato di salute. ...

Gli antibiotici sono capaci di neutralizzare i batteri patogeni ma, allo stesso tempo, neutralizzano anche i batteri del nostro corpo che sono necessari per il buono stato di salute.

I probiotici NON SOPRAVVIVONO ALL’ANTIBIOTICO.

A contatto con l’antibiotico i probiotici, proprio come gli altri batteri, vengono eliminati;
per questa ragione i probiotici vanno assunti a distanza di almeno due ore dall’antibiotico.

Oltre a questa corretta modalità di assunzione è importante garantire una buona copertura probiotica anche DOPO aver terminato il ciclo antibiotico.

L’importanza dei probiotici nel DOPO ANTIBIOTICO.

Una volta terminato il ciclo antibiotico la flora intestinale impiega del tempo per ricostituirsi.
Fintanto che la flora batterica intestinale NON è tornata in equilibrio possono verificarsi:

  • fastidi intestinali
  • fastidi alle vie urinarie
  • alterazione delle funzioni digestive
  • malassorbimento delle vitamine

Per queste ragioni, al termine di una terapia antibiotica (oltre che durante), i probiotici sono consigliati in quanto:

  • favoriscono il ripristino di una flora batterica in equilibrio
  • contrastano la comparsa di fastidi intestinali e alle vie urinarie
  • favoriscono il corretto assorbimento dei nutrienti e delle vitamine

PRIMA DI SCEGLIERE i fermenti lattici per un’adeguata copertura antibiotica fai attenzione a due cose!

1. I fermenti lattici devono essere anche PROBIOTICI.
SOLO i probiotici arrivano VIVI e VITALI nell’intestino (dove svolgono poi la loro attività di ripristino della flora intestinale).

2. I probiotici devono essere NUMEROSI.
La flora intestinale di un’adulto è composta da un numero elevatissimo di batteri che può arrivare a pesare fino ad 1,5 kg; dopo una terapia antibiotica tale massa batterica è quasi TOTALMENTE da ricostituirsi.Ecco perchè la quantità di probiotici assunta deve essere sufficientemente elevata per avere effetti considerevoli.

Un consiglio…

Nella fase successiva all’antibiotico è bene non interrompere di colpo l’assunzione dei probiotici ma ridurre in MODO GRADUALE.

Se ad esempio si sta utilizzando un probiotico da 200 miliardi per bustina, a conclusione del ciclo probiotico è consigliato assumere soltanto META’ bustina al giorno:

in questo modo si avrà un’ottimale copertura probiotica (100 miliardi di probiotici al giorno) consentendo la graduale ricostituzione della FISIOLOGICA flora intestinale.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Cerca